Cosa significa

 

ANNO GIUBILARE 2015-2016

Al tema della misericordia, Papa Francesco vuole che dedichiamo tutto l’anno.

E’ il sentimento di compassione per l’infelicità altrui, che ci spinge ad agire per alleviarla; anche, sentimento di pietà che muove a soccorrere, a perdonare, a desistere da una punizione. Ha ricordato varie volte l’episodio della peccatrice che lava i piedi di Gesù mentre il padrone di casa, Simone, la giudica come peccatrice (Luca 7,36-50).

«C’è l’amore della donna peccatrice che si umilia davanti al Signore; ma prima ancora c’è l’amore misericordioso di Gesù per lei, che la spinge ad avvicinarsi. […] Ogni gesto di questa donna parla di amore ed esprime il suo desiderio di avere una certezza incrollabile nella sua vita: quella di essere stata perdonata. E questa certezza è bellissima. E Gesù le dà questa certezza: accogliendola, le dimostra l’amore di Dio per lei, proprio per lei! Dio le perdona molto, tutto, perché “ha molto amato”. Questa donna ha veramente incontrato il Signore. […] Per lei non ci sarà nessun giudizio se non quello che viene da Dio e questo è il giudizio della misericordia. Il protagonista di questo incontro è certamente l’amore, la misericordia, che va oltre la giustizia».

Con i suoi commenti vari sottolinea due delle parole fondamentali di quel passo del Vangelo: l’amore e il giudizio… di assoluzione.

                                                                                                                                                    Mons. Francesco Andreis