Bollettino parrocchiale

Gennaio 2021
Gennaio 2021

In copertina:

Adorazione dei Magi
bottega lombarda - seconda metà del '400
affresco - Parrocchiale di Campoverde - Salò


La delicata figura di questo affresco apparteneva alla decorazione originale dell'antica chiesa di Campoverde che è stato risparmiato dai lavori di realizzazione della chiesa attuale.

Nell'inventario ufficiale è identificata come "Madonna dell'Umiltà con Bambino e donatore". Questa tipologia di rappresentazione di Maria con il Bambino si distingue dalla ben più diffusa "Madonna in trono", perchè la Vergine siede a terra (o spesso su un cuscino) da cui il titolo di Madonna dell'Umiltà.

Tuttavia, a mio parere, sebbene non documentato, nel nostro caso dovrebbe più verosimilmente trattarsi di una "Adorazione dei Magi" di cui si è conservato solo questo particolare. Infatti l'eloquente dialogo tra il Bambino e il presunto donatore, oltre al vaso offerto in dono, si addice meglio l'atteggiamento di affettuosa adorazione del nobile personaggio.

Febbraio 2021
Febbraio 2021

In copertina:

Presentazione di Gesù al tempio
formella dei misteri del Rosario
Pietro Marrone - olio su tela - 1596
Altare della Madonna del Rosario - Duomo di Salò


L'immagine di questo mese è un piccolo quadro di 15 Misteri del Rosario che fanno da cornice alla pala dell'altare della Madonna. E' uso frequente rappresentare i Misteri attorno all'immagine della Madonna come strumento di preghiera: la formula che scandisce il mistero recita infatti: "Nel quarto mistero gaudioso contempliamo la Presentazione di Gesù al tempio".

La raffigurazione aiuta appunto l'esercizio della contemplazione (compito proprio dell'arte sacra) che coinvolge i sensi per rinviare a una visione del disegno che si svela nella profondità degli avvenimenti.

Marzo 2021
Marzo 2021

In copertina:

Madonna in trono con Bambino e i santi Antonio abate e Lucia
bottega lombarda - polittico a tre scomparti - 1500 - 1549
pala d'altare - Parrocchiale di Campoverde di Salò


La chiesa di S. Antonio di Caccavero si ritiene consacrata e vi vengono amministrati sacramenti parrocchiali. Vi si conserva il Santissimo Sacramento, davanti al quale sta accesa continuamente la lampada a spese della scuola. Non vi è battistero. Vi sono quattro altari, cioè l’altare maggiore con la scuola del Santissimo Sacramento e altri tre non dotati. Vi è la sagrestia, un cimitero chiuso e la casa del sacerdote contigua alla chiesa. Non ha rendite, ma i vicini pagano uno stipendio annuo di 43 ducati al cappellano amovibile, che celebra ogni giorno e adempie alle funzioni di parroco.

Aprile 2021
Aprile 2021

In copertina:

Annunciazione (particolare)
Farinati Paolo - olio su tela - 1584
Chiesa di San Bernardino - Salò


Nella chiesa di San Bernardino, prima del terremoto, il quadro dell'Annunciazione del Farinati, insieme all'Adorazione dei pastori, decorava la Cappella dell'Immacolata affrescata dallo stesso pittore. I due quadri, posti ora uno di fronte all'altro, dialogano fra loro completando il mistero dell'incarnazione

La scena dell'Annunciazione, fedele alla narrazione evangelica, segue l'impostazione tradizionale, ma l'ambientazione è alquanto inusuale: non siamo nell'umile casa di Nazareth, ma in un monumentale scenario simbolico, quasi liturgico.

Maggio 2021
Maggio 2021

In copertina:

Madonna del Rosario
con i santi Domenico e Caterina da Siena (particolare)
Andrea Bertanza - olio su tela - prima metà del 600
Chiesa di San Bernardo - Serniga - Salò


Il mese di maggio è il mese dedicato alla preghiera mariana. L'origine della devozione del Rosario è attribuita all'apparizione di Maria a San Domenico di Guzmàn nel 1208, dove la Vergine lo indica come rimedio per la conversione dei non credenti e la salvezza dei peccatori.

Il quadro è fedele alla classica rappresentazione della "Madonna del Rosario": la Vergine, con il Bambino in braccio, scende dal cielo e dona la preghiera del S. Rosario a San Domenico e a Santa Caterina da Siena.